.
Annunci online

leggerezza del blog
POLITICA
8 gennaio 2009
Con i rom si ragiona a chili
Con i rom funziona così, si ragiona a chili, mettendo insieme strategie legate all'efficacia degli slogan. Qualcuno a un certo punto sospetterà che dietro a quei volti si nascondano delle persone, ma sarà troppo tardi e saremo per l'ennesima volta di fronte a un'occasione sprecata.

Adesso Alemanno, dopo aver compiuto una spettacolare ascesa fondata tra l'altro sulla criminalizzazione dei rom, si trova ad adottare un piano sostanzialmente identico a quello pensato dalla giunta Veltroni e basato sui maxi-campi fuori dal raccordo anulare, completamente sradicati dal tessuto cittadino e sorvegliati. Una soluzione pessima e neanche troppo originale.

Se non ci sarà un imprevedibile colpo di scena, al prefetto non resterà che piegare su aree interne al comune di Roma, e qui subentra il piano del generale Mario Mori, capo dell´ufficio sicurezza del Campidoglio, che sostanzialmente ricalca quello dell´ex sindaco Walter Veltroni

"Il modello sarà Castelromano...", un campo che visto dall'alto appare così...


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. roma alemanno rom

permalink | inviato da postcrazia il 8/1/2009 alle 18:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
POLITICA
5 gennaio 2009
Giocare sull'equivoco: la retorica delle espulsioni
Ognuno gioisce di quello che gli pare: per quanto mi riguarda non trovo nessun motivo di gioia nel numero di espulsioni... Ci vedo solo la retorica di chi non è capace di progettare l'unico futuro possibile, nel quale sia l'integrazione a promuovere il benessere del nostro paese. Solo retorica insomma, un modo per cercare un capro espiatorio e per alimentare il grado medio di ignoranza. Sinistra e destra non c'entrano: è in questione un uso lucido della ragione.

I manifesti che riempiono la Roma di Alemanno giocano su un equivoco di fondo: è importante precisare che molte delle 6216 persone "espulse" sono tuttora in Italia. Il provvedimento di "espulsione" non coincide con il provvedimento di rimpatrio (per il quale i dati nazionali del 2008 forniti dal Viminale parlano di un totale di 1199 rimpatri effettuati). 

Se provassimo ad entrare nel dettaglio del dato strombazzato dai manifesti, quella che emerge è una realtà più complessa, che riguarda il numero di pratiche analizzate dall'Ufficio Immigrazione di Roma.

Fino a ieri sono stati espulsi 6.216 extracomunitari, 1.026 sono stati arrestati perché non hanno lasciato il nostro Paese, 1.304 sono stati accompagnati alla frontiera e 1.197 trattenuti a Ponte Galeria. I provvedimenti hanno riguardato anche i comunitari, soprattutto romeni: emessi 1.032 decreti di allontanamento per motivi imperativi di pubblica sicurezza. Le pratiche hanno riguardato anche i regolari. E sono: rilasciati 100 mila permessi di soggiorno, lavorate 13.861 istanze di lavoro subordinato, 600 per lavoro autonomo, 5.503 istanze di ricongiungimento familiare, istruiti 2.333 riconoscimenti della cittadinanza italiana. Diciottomila persone hanno chiesto asilo politico (da Somalia, Etiopia, Eritrea, Sudan, Afghanistan, Costa d'Avorio, Guinea, Togo, Bangladesh). 

Non sarebbe stato meglio riempire la città con lo slogan "100.000 permessi di soggiorno nel 2008. Roma Riparte"?


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. roma immigrazione

permalink | inviato da postcrazia il 5/1/2009 alle 11:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
POLITICA
12 dicembre 2008
Cinismi

 
Un modo come un altro per ripulire le rive del Tevere dalle baracche e dai barboni: non che sia colpa di Alemanno, ma in fondo credo non gli dispiaccia più di tanto.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. roma tevere

permalink | inviato da postcrazia il 12/12/2008 alle 17:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
POLITICA
29 novembre 2008
Quelli che vogliono le primarie
  Me compreso. Un'assemblea spontanea di chi crede che la prima battaglia debba riguardare il metodo.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. roma pd primarie

permalink | inviato da postcrazia il 29/11/2008 alle 20:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa
DIARI
2 aprile 2008
dis-integrazione, una serata per i senza dimora...

disINTEGRAZIONE – sarà questo il tema, il motivo che permetterà di incontrarci, confrontarci, trovare spunti e nuove prospettive a proposito dei “senza fissa dimora” (o senzatetto, come li chiama Morgan)

disINTEGRAZIONE – per prendere sul serio il problema dell’emarginazione e affrontarlo come noi sappiamo fare: con la forza del confronto e la debolezza delle parole.

disINTEGRAZIONE – sarà il titolo di un incontro intimo e informale a San Lorenzo, per condividere e scambiarci, per uscire diversi da una serata qualsiasi. Una serata in cui ciascuno porterà quel poco che è, perché crediamo che sia importante…

Falisci8tt8

Via Falisci, 8

Giovedì 3 aprile 2008   ore 21.30

Dis-Integrazione

Anita Petti, Fabrizio Schedid, Girolamo Grammatico,Giulietta Sirressi,
Mattia Miglioranza, Mauro Pettorruso, Morgan Palmas

sfoglia
dicembre        maggio

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte